Prova il nuovo bettingexpert

Come vincere scommettendo

Come affrontare le sconfitte


Può essere causa di grande frustrazione, ma perdere è parte integrante della vita di ogni scommettitore. Esaminiamo qui i modi per affrontare e limitare i danni che possono derivare quando - inevitabile - tutto sembra andare nel verso sbagliato.


Prenditi una pausa

Lo scommettitore di successo John Busquill ha correttamente identificato i 15 minuti successivi a una scommessa andata male come i più pericolosi per qualsiasi scommettitore. E’ questo il momento in cui si rischia un “surriscaldamento mentale” e tutti i nostri ragionamenti e razionalità vanno a farsi benedire mentre cerchiamo di recuperare le perdite subite.

Questa è ovviamente una reazione sbagliata alla sfortuna ma assolutamente umana, tutti ci siamo passati almeno una volta.

Il comportamento migliore sembra quello di evitare di stabilire scadenze quando si scommette. Non fissare obiettivi giornalieri o delle somme di denaro da guadagnare in un certo lasso di tempo. Piuttosto, prenditi una pausa e analizza i profitti e perdite alla fine di ogni mese.

Solo così si può imparare e cambiare le cose, lontano dall’irrazionalità tipica di quando tutto va nel verso sbagliato.

Cambia strategia

Patrick Veitch, uno dei più "temibili" scommettitori professionisti nel Regno Unito sin dal 1990, modifica continuamente la propria strategia per cercare di rimanere in prima linea. Gli scommettitori non hanno mai avuto una gamma più ampia di opportunità di scommessa, nonostante debba essere detto che “tirare avanti” non è mai stato più complicato per coloro che hanno una certa sensibilità al valore.

Tenendo in mente questo, Veitch si concentra ogni giorno sui cavalli dati a quote basse, dopo approfondite analisi sulle gare in cui competono, sceglie un prezzo che è contento di puntare con il betting exchang, con strategie completamente diverse da quello a cui era abituato ad operare 5 o 6 anni fa.

Valuta al meglio le tue scommesse

Il pericolo di restare immobili quando le cose iniziano ad andare male può essere ben spiegato pensando ai fallimenti di molti scommettitori, molti dei quali sono riusciti ad ottenere buoni successi nel passato. Johnny “Lights” Herndall è stato un grande scommettitore sulle corse dei cavalli in Inghilterra durante gli anni ‘80 e ‘90, prima di ritirarsi. Sapeva decidere perfettamente quando, quanto e su chi puntare. Tuttavia, con l’arrivo del betting exchange (Betfair) i “segreti” che solo lui e qualche altro conoscevano furono “comprati” e il suo vantaggio scomparì velocemente. L'asimmetria informativa tra lui e il bookmaker andarono rapidamente scemando, e con il dominio del betting exchange l'evento dato a 4.00 scende a 2.50 o meno.

Riduci le scommesse e limita i massimi di perdita

Il miglior consiglio quando va tutto storto e si comincia a perdere una è quello di ridurre le puntate finché non torna la sicurezza in ciò che si fa. Se di solito si scommette 100, allora meglio ridurre a 25. Il grande errore, ovvero quello più comune, è aumentare le scommesse per cercare di rifarci da perdite recenti - ed è proprio in questo momento che tutti i nostri sforzi e profitti passati vengono messi a rischio.

Come il famoso giocatore Steve Noyce spiegò “E’ molto meglio arrancare e usare la prima e cercare di diventare un maratoneta piuttosto che esaurirsi come scattista”. Stabilire la giusta puntata è la parte più complicata della vita dello scommettitore, ed è molto meglio giocare alte somme quando le cose vanno bene, piuttosto che rovinare tutto quando invece non vanno.

Gioca in modo più ragionato e credi nelle tue capacità

Meno scommesse, più ragionate e piazzate solo se si può ottenere un reale vantaggio. Evita le scommesse giocate per ottenere un guadagno veloce e focalizzati solamente sull’area che meglio conosci. Sembra un consiglio scontato, ma è molto spesso trascurato, soprattutto quando le cose non vanno per il verso giusto.

Alcuni dei migliori scommettitori possono permettersi una vita agiata puntando solamente sul calcio live, dove una gamma di complessi algoritmi aiutano a risolvere ogni piccolo margine o discrepanza nelle quote offerte tra i mercati dell’asian handicap e betting exchange. Si possono ottenere ogni anno ottimi profitti, tuttavia con un piccolo errore o un gol improvviso c’è il rischio di andare in tilt molto facilmente e ripiegare su altri sport per tentare di recuperare le perdite degli ultimi 90 minuti. Il che può spingere a puntare cifre spropositate su gare quali corse di cavalli o levrieri, cosa che non si sarebbe mai pensato di fare in situazioni normali.

Impara a ragionare come un bookmaker

E' un approccio questo completamente svagliato, che eppure ancora intacca le entrate annuali di molti scommettitori. Ammettere le debolezze e vulnerabilità è un grande passo in avanti per qualsiasi scommettitore, anche se riuscire a combatterlo è ahimé tutta un’altra storia.

Rinunciarci completamente

Smettere di scommettere diventa spesso una tentazione quando la fortuna ti volta le spalle, ma non sarebbe meglio ridefinire la situazione piuttosto che rinunciarci?

Si potrebbe andare avanti all’infinito per trovare una strategia che garantisca maggiori guadagni. Il miglior consiglio per avere successo è adattare le proprie strategie all'evolversi delle situazioni nel mondo del betting.